Qual è la struttura di una yogurtiera?

  • H.Koenig HF320 Gelatiera per Gelati e sorbetti con compressore autorefrigerante, 2L, Preparazione in 40min, Acciaio Inox, 180W, 180 W, Inossidabile, Grigio
    Gelatiera per gelato artigianale, sorbetti e granite Capacitá della gelatiera: 2l e potenza: 180 w Preparazione rapida: 35-50 minuti Cestello antiadesivo estraibile Funzioni: arresto automatico, mantenimento del freddo Accessorio incluso: cestello estraibile, cucchiaio per servire il gelato

Prima di procedere all’acquisto, è sempre importante valutare dei fattori quali le dimensioni ed il peso della tua nuova yogurtiera. Vediamo insieme perché.

Struttura, peso e dimensioni

Il primo aspetto che condiziona la struttura di una yogurtiera è il suo coperchio. Esso dovrebbe sempre essere trasparente, così da darti modo di osservare la fermentazione e controllarne lo stato. Inoltre è fondamentale poiché in teoria bisognerebbe accedere alla yogurtiera e al suo contenuto solo quando lo stato di incubazione è terminato.

Segue poi il vano per i tappi, dove vanno riporti i tappi per i vasetti. Questo elemento tende a rubare dello spazio, ma al tempo stesso si rivela fondamentale per mantenere tutto in ordine e in condizioni igieniche ottimali. I modelli di yogurtiera professionali sono dotati anche di un vano addizionale in cui mettere i vasetti inutilizzati. Consigliamo però l’acquisto di questi modelli solo a chi ha molto spazio da dedicare ad una yogurtiera, ed è inoltre in cerca di prestazioni professionali.

A prescindere dalle dimensioni e dal peso finali di una yogurtiera, consigliamo sempre di preferire un modello che sia dotato di piedini antiscivolo. Come puoi immaginare, essi assicurano una stabilità perfetta al macchinario, evitando così che vada ad oscillare durante la preparazione dello yogurt. A prescindere dalla tipologia di superficie su cui andrai a poggiarlo, devi quindi assicurarti che esso resti stabile anche quando è in funzione, ma anche da fermo, quando altrimenti i vasetti in vetro rischierebbero di cadere e rompere.

Valuta sempre lo spazio a tua disposizione per contenere questo macchinario, ed anche il tipo di utilizzo che ne fai, frequenza inclusa.

Non devi mai sottovalutare la struttura di una yogurtiera, intesa come l’insieme delle sue dimensioni e del suo peso. Come abbiamo visto, questi fattori possono condizionare molto la tua esperienza d’uso.

Leggi anche: Qual è la portata massima di un tappeto elastico?

Potrebbero interessarti anche...