La 10° Comunità
I Comuni
La Storia
La Natura
Le Ville Romane
Rocche e Castelli
Le Chiese
Feste e sagre
I prodotti tipici
Itinerari nel verde




La Valle dell'Aniene

Dal punto di vista geografico, l'area si sviluppa intorno alla Valle dell'Aniene (il secondo fiume del Lazio), dalle sorgenti presso Filettino alla gola di San Cosimato presso Vicovaro. Oltre al percorso millenario delle acque dell'Aniene, la zona offre innumerevoli emergenze di grande interesse naturalistico ed una straordinaria verietà di ambienti: dalle cime innevate delle vette più elevate, ai grandi spazi aperti dei pianori di origine carsica, ai veri e propri canyon formati dalle anguste valli fluviali, dalla rupe rocciosa di Cervara alle colline verdeggianti del versante sinistro, ai pozzi o crateri naturali dalle origini misteriose come il Pozzo delle Morge nel territorio di Cineto Romano.

La fauna

La specie più rappresentativa è il lupo, ridotto ormai a meno di 200 esemplari nell'intero territorio italiano, che si rifugia nelle faggette più inaccessibili delle zone tutelate, mentre la lepre ed il cinghiale scendono anche nel piano submontano, provocando anche danni all'agricoltura.Inoltre sono presenti martore, faine, puzzole ed esemplari di gatto selvatico. Nell'avifauna si ricorda la presenza della poiana del gufo e, nelle zone più alte, dell'aquila reale.

I Monti

Il territorio della Comunità Montana dell'Aniene comprende buona parte del subappennino romano: dai monti Simbruini agli Affiliani, dai Ruffi ai Lucretili.
I Simbruini iniziano da Arsoli e Oricola, sullo spartiacque tra l'Aniene ed il Turano. Grazie alla Natuara carsica del terreno, il massiccio è straordinariamente ricco di sorgenti, di portata molto differenziata, nell'insieme capaci di fare dell Valle una grande dispensa d'acqua.

I Simbruini proseguono poi con costiere sempre più elevate; si alzano nelle vette del M. Calvo(1591 m), del M. Autore(1853 m) e poi nelle maggiori elevazioni del M. Tarino(1961 m) e del M. Contento(2014 m). Aldilà, il Valico della Serra (1608 m) è il punto di confine con in Monti Cantari.
Gli Affiliani sono formati da due catene distinte, separate dalla verde conca degli altipiani di Arcinazzo. La vetta di Monte delle Pianezze è la più alta di questo settore di catena.
L'area settentrionale della Comunità Montana dell'Aniene è interessata dalle propaggini meridionali dei Monti Lucretili. Posizionati tra il corso del fiume licenza ed i confini delle provincie di Rieti e dell'Aquila, i Lucretili presentano anch'essi il fenomeno del carsismo; come testimoniano la presenza dei Laghustelli di Percile.

I Parchi

Un territorio così ricco di emergenze naturalistiche non poteva non essere oggetto di un'attenta politica di tutela ambientale. Ed infatti ben due parchi naturali regionali sono compresi, in diversa misura, nel territorio della X Comunità Montana:

    Il Parco dei Monti Simbruini
    Il Parco dei Monti Lucretili

Tutti i diritti sono riservati - All Rights Reserved - Vietata la riproduzione anche parziale del contenuto.

© Copyright 1999-2000 - Future Kulture Snc.