La 10░ ComunitÓ
I Comuni
La Storia
La Natura
Le Ville Romane
Rocche e Castelli
Le Chiese
Feste e sagre
I prodotti tipici
Itinerari nel verde


Feste, sagre e folklore
Come accade in molte altre zone appartate e legate fino a tempi recentissimi ad un'economia contadina povera, nell'alta valle dell'Aniene la festa, il pellegrinaggio, le consuetudini si riferiscono al lavoro agricolo e pastorale, e seguono il ciclo dell'anno con una serie di cerimonie che in molti casi si rifanno addirittura a riti di lontane etÓ' precristiane.
In Primavera In Estate

A gennaio fa grandi feste Camerata Nuova, in occasione della festa del patrono S. Antonio Abate, celebrata il 17 del mese con un grande falo' e con la cottura di braciole di castrato su di un'enorme graticola in piazza. Si ha notizia soltanto della tradizionale "Carnevalata" di Roviano, tipicamente contadina. La sera del Carnevale i "vangaturi" tornavano dal lavoro portando con se' come " prigioniero " il propietario dei campi.

Nel passato stagione dei raccolti, oggi stagione turistica, l'estate e' certamente la fase dell'anno piu' ricca di manifestazioni popolari, specialmente nel mese di agosto. Anche luglio, comunque, offre eventi ricchi di significato e di storia, come la fiera di S'Anatolia a Gerano,
Il 15 agosto e' celebrato solennemente in tutti i centri del territorio, in molti dei quali si svolge la popolare Inchinata. Questa tradizione ha avuto origine a Roma, dove f¨ tra le processioni piu' antiche, voluta alla fine del VII secolo da papa Sergio I. Lo spazio non ci consente di riferire tutte le importanti e sentite feste in onore della Madonna che si svolgono nel mese di settembre. Le manifestazioni si addensano fra l'8 e il 12 del mese, giorni dedicati rispettivamente alla celebrazione della Nativita' e del Nome di Maria; ci limitiamo a ricordarne alcune che presentano tratti singolari, come il sollevamento della " mongolfiera " di carta grazie al calore di diciotto fiaccole, che ha luogo a Percile il primo week-end di settembre, in occasione della festa del nome di Maria. E' singolare anche la festa della Madonna del Giglio, che si svolge nel piccolo santuario omonimo, presso ANTICOLI CORRADO, conclusa secondo la tradizione con la " festa della marmotta ", pupazzo di carta multicolore che viene incendiato dopo canti e balli. Dall'andamento delle fiamme i contadini traevano auspici per il raccolto dell'anno successivo.

In Primavera

L' inizio della primavera e' segnato a Subiaco dal solenne triduo dedicato al grande patrono, San Benedetto. Nella mattina del 21 ha luogo un'affollatissima fiera di merci (una volta anche di bestiame).
Nella valle dell' Aniene sono particolarmente sentite le celebrazioni del venerdi' santo: ad Arsoli e a Vicovaro la rievocazione in costume della Passione di Cristo e' seguita dalla popolazione con commossa partecipazione.
L'infiorata di GERANO, ha luogo dal 1750 nell'ultima domenica di aprile (la prima dopo la festa di San Marco del 25 aprile), in onore della Madonna del Cuore. Il 25 aprile a CERRETTO LAZIALE si rievoca nella "festa della Gatta" la sconfitta di Marco Sciarra.


Tutti i diritti sono riservati - All Rights Reserved - Vietata la riproduzione anche parziale del contenuto.

ę Copyright 1999-2000 - Future Kulture Snc.